Progetto

700 volte Dante Alighieri a Forcella


L’Associazione di Promozione Sociale Manallart nasce con il precipuo intento di progettare e realizzare attività di promozione delle testimonianze materiali e immateriali del patrimonio partenopeo, con particolare attenzione a quei luoghi tenuti al di fuori del circuito turistico. Nel 2016 l’associazione lancia il format “Manallart in Mostra” pensato per favorire la fruizione di luoghi e beni culturali simbolo del territorio dei quartieri napoletani di Forcella e della Maddalena attraverso iniziative di forte impatto presso il pubblico, quali mostre, esposizioni e vernissage. Tale format si ricollega al sempre più diffuso concetto di “valorizzazione” dei beni culturali che, in sostanza, c fa riferimento a tutte quelle attività utili ad apprestare i mezzi necessari a consentire e/o migliorare la possibilità di accesso conoscitivo ai beni culturali, così da agevolare l’apprendimento dei valori degli stessi beni. Il concetto di valorizzazione, pertanto, diviene di più ampia portata rispetto a quello di tutela del bene culturale: in esso, infatti, si può ricomprendere qualsiasi iniziativa ed attività che sia posta “a favore” del bene culturale. Ed è proprio in quest’ottica che l’attività organizzativa di mostre, come quelle afferenti al format “Manallart in Mostra” rientra nel concetto di valorizzazione. Dopo aver affrontato diversi temi, di varia natura, nel corso delle edizioni precedenti, l’edizione 2021 di “Manallart in Mostra” ha scelto di volgere la sua attenzione alla celebrazione della ricorrenza del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, sommo poeta e padre della lingua italiana. Da ciò nasce l’iniziativa “Manallart in Mostra- 700 Volte Dante Alighieri a Forcella”. Si tratta di un’esposizione interattiva articolata tra pannelli descrittivi, video d’epoca, libri antichi, ricostruzioni multimediali delle opere del Sommo Poeta, testimonianze visive di grandi interpreti, video interviste dei massimi esperti di Dante e della sua opera e la collezione privata messa a disposizione da Domenico Maria Corrado dei Testi dell’Inferno del Purgatorio e del Paradiso editate e tradotte in decine di lingue straniere, nonché di opere pittoriche e scultoree. Per la realizzazione dei pannelli espositivi si è ricorso al coinvolgimento di attori professionisti che, indossati i panni dei personaggi danteschi di Inferno, Purgatorio e Paradiso, sono stati fotografati presso alcuni dei luoghi simbolo del quartiere napoletano di Forcella, ricreando le atmosfere che li caratterizzano nella Divina Commedia. Si è venuto a creare così un forte connubio tra i personaggi interpretati e alcuni loghi della città, presentati per l’occasione attraverso il filtro dell’opera dantesca. La mostra è stata allestista proprio nel popolare quartiere di Forcella, presso la Real Casa Santa dell’Annunziata ed è stata visitabile dal martedì alla domenica, dalle ore 9,30 alle 18,00 fino al 31 dicembre 2021. Particolarità dell’esposizione è rappresentata dal fatto che ad accompagnare i visitatori alla scoperta del mondo Dantesco, è lo stesso Dante Alighieri (un attore in costume) che in forma dialogante e ironicamente accattivante, introdurrà il pubblico alle meraviglie e alle genialità delle opere. Versi, immagini, riproduzioni iconografiche, anime dannate, mostri infernali, figure mitologiche, Santi e Beati, hanno preso così corpo, vita e voce in un allestimento moderno dinamico e coinvolgente, nel quale la parte interattività è predominante, per lasciare al visitatore la sensazione di essere entrato in una dimensione spazio-temporale del medioevo. Speciali iniziative collaterali a carattere teatrale arricchiscono ulteriormente il programma dell’esposizione.